L’intervento chirurgico per le Cisti Ovariche

Quando si ha bisogno di esaminare una cisti più da vicino, il chirurgo può inserire il laparoscopio attraverso una piccola incisione nella zona ombelicale (laparoscopia), oppure può praticare una profonda incisione addominale (laparotomia). Entrambi i tipi di intervento possono essere utilizzati per diagnosticare problemi quali cisti ovariche, aderenze, fibromi e infezione pelvica. Nel caso si sospetti un tumore, la laparotomia sarà l’intervento di elezione, per via della maggiore possibilità di esaminare gli organi addominali e gli organi pelvici femminili. Qualora il medico riscontrasse un tumore alle ovaie,sarà in grado di rimuoverlo in sicurezza.
L’intervento chirurgico consente di rimuovere una cisti sintomatica (cistectomia), lasciando intatto l’ovaio. In alcuni casi, è necessario rimuovere l’intero ovaio o entrambe le ovaie, soprattutto se in presenza di tumore.

ragazza

Che cosa aspettarsi dopo l’intervento chirurgico cisti ovariche?

Nella maggior parte dei casi, l’intervento chirurgico è eseguito in anestesia generale.
Dopo una laparoscopia, è possibile riprendere le normali attività entro un giorno. Andrebbero evitate attività faticose o esercizio fisico per circa una settimana.
Dopo una laparotomia, si può rimanere in ospedale dai 2 ai 4 giorni e tornare alle attività abituali in 4-6 settimane.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *