Quali sono le cause delle cisti ovariche?

Nella maggioranza dei casi, le cisti ovariche si sviluppano a seguito della normale funzione del ciclo mestruale, e per questo sono note come cisti funzionali. Altri tipi di cisti sono molto meno comuni.
Le cisti funzionali
Ogni mese sulla superficie delle ovaie sono normalmente presenti corpi sferici detti follicoli, la cui funzione è produrre ormoni (estrogeni e progesterone) e liberare l’uovo al momento dell’ovulazione. A volte, però, la crescita fisiologica del follicolo non si arresta. Quando ciò accade, si parla di cisti funzionale. Esistono due tipi di cisti funzionali:
Cisti follicolari. Intorno alla metà del ciclo mestruale, il follicolo scoppia e libera la cellula uovo che comincia a viaggiare lungo le tube di Falloppio alla ricerca di spermatozoi per essere fecondata. A volte, tale meccanismo non funziona correttamente e il follicolo non si rompe oppure non rilascia il suo uovo; in tal caso, continua a crescere e si trasforma in una cisti.

cisti-nella-donna
Cisti luteale. Quando l’ovulo viene liberato, il follicolo scoppia e comincia a produrre grandi quantità di estrogeni e progesterone destinate al possibile concepimento. A questo punto, il follicolo prende il nome di corpo luteo. A volte, però, l’apertura da cui fuoriesce l’ovulo si richiude e il liquido prodotto si accumula all’interno del follicolo, causando la dilatazione del corpo luteo e la conseguente formazione di una cisti. Il clomifene citrato (Clomid®), farmaco utilizzato per indurre l’ovulazione in caso di infertilità, aumenta il rischio di cisti luteali dopo l’ovulazione. Le cisti di questo tipo non impediscono il concepimento né costituiscono una minaccia in gravidanza.
Le cisti funzionali sono normalmente innocue, raramente causano dolore e spesso scompaiono da sole nel giro di due o tre cicli mestruali.
Altri tipi di cisti
Alcuni tipi di cisti non sono correlati alla normale funzione del ciclo mestruale. Tra queste si segnalano:
Cisti dermoidi. Cisti di questo tipo possono contenere tessuti come quelli di capelli, pelle o denti, perché si formano dalle cellule che producono gli ovuli. Raramente sono di natura tumorale.
Cistoadenomi. Si tratta di cisti che si sviluppano dal tessuto ovarico e possono contenere materiale acquoso o mucoso.
● Endometriomi. Queste cisti sono dovute a endometriosi, una condizione in cui le cellule endometriali uterine si sviluppano al di fuori dell’utero. Parte del tessuto endometriale può attaccarsi all’ovaio e formare una cisti.
Le cisti dermoidi e i cistoadenomi possono ingrandirsi molto, causando lo spostamento dell’ovaio dalla sua posizione abituale nella pelvi. Ciò aumenta il rischio di torsione dolorosa dell’ovaio, nota come torsione ovarica.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *